Ago 20 2017

Lazio – Spal e qualcos’altro

Pubblicato da at 23:16 archiviato in Calcio,Sport e taggato: , ,

Innanzitutto bentornata SPAL (credo società polisportiva ars et labor), storica squadra del calcio che fu che ha conquistato un bel pareggio contro una bella Lazio sfortunata quanto fortunata la SPAL. Assenze in casa Lazio che dimostrano come, in aggiunta a Keità, sia importante intervenire sul mercato e non tanto per comprare qualcuno quanto per comprare gente più forte dei titolari dello scorso anno sennò non serva a nulla. E ricordiamoci di quando vincemmo la supercoppa contro l’Inter pensando si potesse rigiocare un campionato con Baronio… tanto per intenderci. Ma il “qualcos’altro” del titolo vorrei riferirlo all’atavica mentalità di mal considerare il nostro patrimonio o la nostra capacità di individuare alcuni giocatori; mi riferisco a Hoedt e Borini. Borini è sempre stato un pallino di Tare ma mai ha goduto dell’apprezzamento dei tifosi e di tanta stampa “specializzata” a scrivere cazzate. La Lazio vicina a Borini: …… ancora co’ sto Borini……. ma chi è Borini…… ma come si fa a rafforzare la squadra con Borini ec…… poi arriva il Milan, stacca un assegno da 15 milioni (diconsi 15 milioni) e Borini gioca in quella che, ad oggi, è considerata candidata allo scudetto. …. si vabbè……. però…… certo che Borini……. la Lazio lo poteva prendere prima……. ecc…… del tipo: lo vogliamo noi non vale un cazzo, lo prende il Milan ridiventa un fenomeno! E che dire di Hoedt? Diciamocelo francamente: non ha mai goduto della stima dei tifosi e dei ri famosi giornalisti specializzati in cazzate! Doveva essere, ed in molti storcevano il naso, la seconda riserva e che succede? Arriva il Southampton e spara 15 milioni + bonus e, improvvisamente, scopriamo il valore di questo ancor giovanissimo difensore.

Vabbè su! La prima è andata mezza storta, cerchiamo di rafforzarci e continuiamo a gridare forza Lazio!

Commenti disabilitati




I commenti sono chiusi.