Author Archive

Apr 12 2018

Salisburgo 4 – Lazio 1

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

Come si getta via mezza stagione! Come si perde una partita vinta ! La Lazio ha fatto vedere che si può! Partita controllata senza grossi patemi d’animo, in vantaggio con Immobile e che succede? Succede che Luis Alberto si divora il 2 a 0 che avrebbe chiuso i conti e sul capovolgimento di fronte il Salisburgo pareggia; non solo ma la Lazio smette di giocare ed in pochi minuti ne prende altri tre! Come diceva la favole della volpe e l’uva? Diciamo che va bene così: adesso abbiamo due partite in meno da giocare rispetto all’innominabile ( e non è poco) , reagiremo con tanta grinta nel derby e l’innominabile sarà ancora ubriaca per la partita con il Barca e ci prenderemo i tre punti del derby….. tiè!!!!

962 commenti

Apr 08 2018

Udinese 1 – Lazio 2

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

Lazio che monopolizza la partita e porta a casa tre punti non d’oro ma di platino! Al gol di Lasagna, rispondono Luis Alberto e Immobile in una partita mai in discussione anche se l’Udinese era andata in vantaggio per prima. Udinese che veniva da sette sconfitte consecutive e, con la legge dei grandi numeri, pensava di spezzare questa serie negativa ma contro questa Lazio non c’era niente da fare e dovrà aspettare la prossima partita. Quella che sembrava essere una situazione di classifica impensabile fino ad una settimana fa è invece successa; quello che speravamo ma pensando di chiedere troppo ai nostri desideri si è verificato. L’Inter scavalcata e l’innominabile che perde in casa contro la Fiorentina dell’ex Pioli. Risultato: a 60 punti e terza in classifica c’è la Lazio e la prossima sarà un derby che potrebbe realizzare quel sogno accarezzato e sognato per tutto il campionato. Alla fine c’è stato anche un turn over in vista del ritorno , non facile, contro il Salisburgo e la prova che la Lazio ha ancora tanta birra in corpo.

Forza Lazio , avanti così, crediamoci fino alla fine!

Commenti disabilitati

Apr 05 2018

Lazio- Salisburgo 4 a 2 in europa league

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

Ma riusciremo a vincere una partita in tranquillità e senza patemi d’animo?

Simone Inzaghi festeggia i 42 anni con una vittoria vietata ai deboli di cuore. La fama di squadra difficile da affrontare che aveva preceduto il Salisburgo non è usurpata, al di là di quel che potrebbe lascia immaginare il 4-2 finale. Arrivati all’Olimpico imbattuti da 35 incontri tra campionato e Coppe, gli austriaci si sono rivelati davvero assai coriacei e scorbutici. Pressing asfissiante, raddoppi continui, tanto possesso, palleggio prevalentemente ad un solo tocco. L’11 messo in campo dal tedesco Marco Rose è stata una bestia difficile da damare, anche se a scorrere i nomi dei titolari si fatica a riconoscerne qualcuno. Basti dire che in Europa il Salisburgo non perdeva da 19 partite (11 vittorie e 8 pareggi).
Questo è il primo ko dopo 10 partite esterne senza sconfitte.

La partenza sprint della Lazio non basta ad ammorbidire l’avversario

Il gol già all’8′ di Lulic (il suo primo in questa edizione di Europa League) – con un tocco ravvicinato su cross dalla destra di Basta – pareva aver messo in discesa la sfida per i biancocelesti. Invece proprio qui i ragazzi targati Red Bull hanno dimostrato di avere nervi saldi, non snaturando il loro gioco, fatto di una ragnatela di passaggi a velocità frenetica. Gli errori non sono mancati perché i Messi ed i Cristiano Ronaldo giocano altrove, ma comunque nel primo tempo è bastato ad ingabbiare le ripartenze laziali. Finché, al 28′ gli austriaci hanno sfruttato al meglio una ingenuità di Basta che, per contrastare l’israeliano Dabbur, ha alzato un braccio colpendolo – difficile dire quanto volutamente – al volto. L’attaccante è rimasto a terra, mentre l’arbitro rumeno Hategan faceva proseguire il gioco. Ma, richiamato da un assistente, ha prima ammonito il serbo e poi fischiato il rigore, trasformato da Berisha. Uno pari e Salisburgo al riposo psicologicamente in vantaggio, complice un erroraccio di Milinkovic (43′), che ha spedito a lato di testa, da ottima posizione, un cross di Lulic.

Dagli spogliatoi è rientrata una Lazio ancor più determinata

Al 4′ Parolo l’ha riportata in vantaggio con uno splendido colpo di tacco. Nemmeno il Salisburgo si è però accontentato, provando a colpire ancora con Ulmer (11′, parata di Strakosha in due tempi). Inzaghi al 20′ ha tolto Luis Alberto e Basta per inserire Felipe Anderson e Patric. Ma il segno lo ha lasciato per primo il giapponese Minamino, in campo da meno di un minuto, quando (26′) si è inserito velocissimo nella distratta retroguardia laziale, siglando il 2-2. In pochi, a quel punto, avrebbero scommesso sulla capacità dei biancocelesti di reagirei. Invece, complice l’unico passaggio davvero a vuoto della formazione austriaca, in tre minuti (tra il 29′ ed il 31′) sono arrivate le reti di Felipe Anderson – gol che il brasiliano si è confezionato tutto da solo – ed il sigillo di Ciro Immobile, alla settima marcatura europea. Due reti che hanno portato un po’ di tranquillità in vista del ritorno, anche se l’accesso in semifinale non sarà facile da strappare contro questo Salisburgo così ben organizzato.

Gli altri risultati

Arsenal-CSKA 4-1 (Ramsey-Golovin, Lacazette, Ramsey, Lacazette)
Atletico Madrid-Sporting 2-0 (Koke, Griezmann)
Lipsia-Marsiglia 1-0 (Werner)

Commenti disabilitati

Mar 31 2018

Tennis Lazio 6 – Benevento 2

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

Ma è mai possibile che ce la suoniamo e ce la cantiamo? Dobbiamo fare sempre tutto noi, anche complicarci la vita quando non c’è bisogno? Doveva essere una partita pro- forma, un allenamento, un turn over garantito per le assenze (soprattutto nella fascia sinistra) ed invece siamo riusciti ad andare sotto due volte contro l’ultima in classifica! E non basta avere il miglior attacco pensando che, prima o poi, il gol lo facciamo anzi è vero il contrario e cioè che il gol è sicuro che lo prendiamo. Strano a dirsi ma vero: sono contento che i gol del Benevento siano arrivati da Cataldi e da una iniziativa di Lombardi; segno che la qualità espressa lo scorso campionato da questi due ragazzi era fondata. Per la corsa al quarto posto abbiamo ripreso due punti all’innominabile ma per l’Europa League bisogna fare molta ma molta attenzione perché il Salisburgo è veramente forte e questi errori li potremmo pagare a caro prezzo.

p.s. tra un mese chiuderanno i blog di Tiscali, comunicherò su quale piattaforma trasferirò gli articoli

ovviamente Auguri a tutte e tutti

Commenti disabilitati

Mar 19 2018

Lazio 1 – Bologna 1

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

Niente da fare, non riusciamo più a vincere due partite di seguito! Eppure l’occasione era ghiotta, non perdere il passo con le altre e tenere il Milan lontano! Addirittura il finale con 4 attaccanti ma il gol non è arrivato.

La Lazio rallenta ancora e all’Olimpico con il Bologna finisce 1-1. Paga le fatiche europee la formazione di mister Inzaghi, scavalcata al quarto posto dall’Inter, e paga anche la buona prova di un Bologna che interrompe la striscia di quattro sconfitte consecutive in trasferta. Agevolata, certamente, dal vantaggio immediato di Verdi a cui ha pero’ posto subito rimedio Lucas Leiva. In generale, pareggio giusto: per la Lazio due punti nelle ultime tre partite, la sosta forse arriva quanto mai opportuna per ricaricare le pile. Come detto, al primo assalto passa il Bologna: Dzemaili calcia forte ma centrale, male Strakosha che respinge corto, rapace Verdi, che torna al gol dopo tre mesi. Prova l’immediata reazione la Lazio: ci prova Parolo, poi Luis Alberto scalda i guantoni di Mirante.

Rischia col retropassaggio de Vrij, non ci arriva Palacio, al rientro e preferito da Donadoni a Destro. Al 16′ la Lazio pareggia, praticamente in concomitanza con l’ingresso allo stadio della Curva Nord che, dopo aver manifestato in Figc, ha proseguito la sua protesta contro gli arbitri e la Var: Lucas Leiva, innescato da Luis Alberto, finta su Helander e incrocia alle spalle di Mirante. Secondo gol in tre giorni per l’ex Liverpool. Rimesso in parita’ il match la Lazio  che Inzaghi ha disegnato, causa infortuni, in versione offensiva con Luis Alberto, Felipe Anderson, Nani e Immobile tutti insieme in campo  va a caccia del sorpasso ma rischia con il diagonale di Verdi fuori non di molto. Immobile non arriva per un soffio sull’invito di Luis Alberto e all’intervallo si arriva sull’1-1. Ripresa con lo stesso copione e, alla fine, risultato giusto così.

Commenti disabilitati

Mar 15 2018

Lazio nei quarti di coppa

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

La Lazio batte due a zero la Dinamo Kiev e vola nei quarti di finale di Europa League. Prima Leiva (il migliore in campo) e poi, a sette minuti dal termine, De Vrji segnano le marcature per una Lazio ritrovata e determinata a passare il turno. Netta la differenza tra le due squadre, differenza che non era stata tanto palese all’andata. Questo vuol dire che se la Lazio è “in palla” e sta bene fisicamente riesce a sfruttare il maggior tasso tecnico e non solo contro la Dinamo ma ripenso alle tante partite perse oltre che per la V.A.R. anche per affaticamento fisico e mentale. Adesso entra nella nobiltà europea, credo per la sesta volta, ed il minimo che poteva essere richiesto a questa squadra è stato raggiunto; da adesso ci sarà soltanto da divertirsi senza aver l’assillo di dimostrare alcunché anche perché inizia un periodo talmente intenso e ravvicinato di partite che è impensabile riuscire a mantenere la condizione. Sempre e solo il rammarico di non riuscire a chiudere la partita anzi tempo ma va bene così. Contento per Luis Felipe che ha recuperato, psicologicamente, gli erroracci di domenica scorsa e ancor più contento per Felipe Anderson che ha dimostrato di essere quel valore aggiunto che tutti vogliamo ed aspettiamo.

 

Commenti disabilitati

Mar 13 2018

Tare contro la V.A.R. ed i poteri forti

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

Tratto da affaritaliani.it e lo riporto così com’è!

Lazio, Var caos. Tare: “Campionato falsato”

Accuse pesanti e che faranno discutere, ma Igli Tare non ci sta a stare in silenzio e allora protesta a voce alta. In un’intervista rilasciata al Corriere dello Sport il direttore sportivo della Lazio sfoga la sua amarezza per quelli che ritirne “evidenti torti” arbitrali subito dalla squadra biancoceleste non solo a Cagliari ma piu’ volte nel corso del campionato. “L’uso del Var nei nostri confronti e’ sotto gli occhi di tutti. Non chiediamo favori o compensazioni, ma solo rispetto. Non abbiamo rubato niente, ci siamo meritati tutto e guadagnato questa posizione in classifica sul campo. Siamo amareggiati, delusi, stanchi. Stiamo andando avanti anche se non e’ facile parlare di CALCIO, di tattica o di altro con i nostri giocatori. La squadra fa fatica sul campo ad accettare alcune situazioni. Ci sono stati degli episodi e delle partite condizionate dagli errori”, spiega Tare.

Commenti disabilitati

Mar 11 2018

Cagliari 2 – VAR Lazio 2

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

Ancora senza vittoria, con un pareggio che porta un solo punto ed agguantato all’ultimo secondo con un gol tanto bello quanto rocambolesco del solito grande Immobile! Al di là della generosità oggettiva dei giocatori, al di là del numero delle occasioni create, al di là dell’ennesimo errore arbitrale che, ormai, ha bello che condizionato il campionato della Lazio; al di là di tutto resta il fatto che la squadra non riesce più a vincere e quella che sembrava la ” coperta lunga” con i tanto attesi rientri di Anderson e Nani in realtà continua ad essere una “coperta corta” non tanto in attacco che qualche partita Anderson la cambia ma, soprattutto, a centrocampo dove gente che avrebbe bisogno di “tirare il fiato” non ha alternative; adesso c’è bisogno di un Di Gennaro mentre sembra un fuori rosa tanto pochi sono i minuti che ha giocato e dove il solo Murgia può essere un’alternativa. Non parliamo della difesa che, se nel numero sembra sufficiente, non ha proprio alternative tecniche dove il solo Cáceres sembra essere all’altezza. Un Luis Felipe che diventerà un buon giocatore ma ancora commette delle ingenuità disarmanti ma, soprattutto, sulle fasce dove Lukaku e Basta stanno mostrando dei limiti che non ti aspetti (il primo tecnici ed il secondo forse per l’età non più tanto giovane). A proposito di Lukaku: mi ricorda Cavanda, lo stesso modo di proporsi, lo stesso atteggiamento di colui che sta preparando uno scatto sulla corsia e poi, invece, il tutto si risolve in un passaggio laterale e pure scontato. Che dire? Speriamo che gli arbitri la smettano di rovinarci le partite e che la squadra ritrovi lo smalto di due mesi fa.

 

Commenti disabilitati

Mar 09 2018

Lazio – Dinamo Kiev = 2 a 2

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

Riusciremo a vincere una partita importante? Negli ultimi tempi sembra proprio di no! Va bene la sfortuna che sembra essersi attaccata alla Lazio come un’edera, va bene la difficoltà di portare avanti tre competizioni, unica in Italia insieme al Milan (anche se per noi sono diventate due) , va bene la stanchezza fisica e psicologica che può passare qualsiasi squadra in questo periodo, va tutto bene ma due partite dovevamo vincere : quella col Milan e questa con la Dinamo; neanche una! Si risolleva Anderson e crolla Milinkovic, Immobile tira la carretta e dietro si balla; questa l’estrema sintesi del pareggio contro la Dinamo. Nulla di compromesso per carità, la Dinamo è alla portata della Lazio e, molto probabilmente, la vittoria può essere conquistata in quel di Kiev ma vogliamo riprenderci  o aspettiamo di spegnerci piano piano? Mister Inzaghi conosce meglio di chiunque altro le condizioni di forma dei giocatori, meglio di tanti pseudo opinionisti/allenatori ma possibile che questo è il modulo migliore? Possibile non si riesce a far giocare insieme Anderson e Luis Alberto e perché no? Anche Nani sulla sinistra? Troppo sbilanciata? Si ma tanto con Wallace e Bastos, a turno, un liscio a partita è garantito.

Commenti disabilitati

Mar 03 2018

Lazio – juve 0 a 1

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

Che buco di culo ‘sta juve! All’ultimo minuto segna con Dybala con l’unico tiro in porta! Un secondo tempo “spezzettato” , poco giocato con la Lazio che accusava stanchezza ma si difendeva bene e con ordine, nessuna occasione da entrambe le parti e poi? Poi, alla fine, la juve riesce a segnare con l’unica occasione creata. Sarà anche segno di grande squadra ma, d’altra parte, è anche tanta ma tanta sfortuna da parte della Lazio che, come contro il milan, gioca bene ma non segna. La partita era stata preparata bene da mister Inzaghi, con Lulic a destra e Lukaku a sinistra e, fino ad un minuto dal termine l’aveva portata avanti bene con l’obiettivo di imbrigliare il gioco della juve. Purtroppo è così, adesso dobbiamo sperare nei risultati dell’inter e dell’innominabile cercando di tornare al più presto alla vittoria.

Bene fa il mister ad insistere con Luis Alberto, Anderson è entrato a 20 minuti al termine e non ha fatto niente mentre avrebbe dovuto dare il “fritto”; è stato 20 minuti a guardarsi intorno senza mai andare a prendersi il pallone.

Commenti disabilitati

Mar 03 2018

Lazio – Juve – primo tempo 0 a 0

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

Bella Lazio, decisa, concentrata che non sembra aver sentito il contraccolpo dell’eliminazione dalla coppa Italia; in due giorni ha ritrovato convinzione e determinazione. Speriamo nel secondo tempo di continuare a vedere questa voglia  di giocare e di lottare su tutti i palloni; due buone occasioni si sono viste finora.

A proposito di contrasti: ma la juve vuole avere sempre ragione lei?

Commenti disabilitati

Mar 01 2018

In finale ci va il milan

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

Secondo tempo identico al primo: la Lazio gioca, crea occasione, si dimostra nettamente superiore al milan ma non segna; il doppio delle azioni, il doppio delle occasioni servono solo a spiegare la superiorità della Lazio ma non fanno risultato. Tempi supplementari sulla stessa falsariga con un’occasione enorme per il milan nel finale che sarebbe stata la peggior beffa. Rigori in assoluta parità, si va ad oltranza e ti rifilano la beffa. Luis Felipe sbaglia e quelli del milan si abbracciano. Si dirà che è stata una partita esaltante, giocata bene da entrambe le squadre, una partita avvincente ed invece, per me , no! Bisogna segnare, segnare e segnare sennò non serva assolutamente a niente! Con questa fatica si perderà contro la Juve che segna anche quando non dovrebbe ed ora gli obiettivi diventano due: l’accesso in champion’s e quanta più strada possibile in coppa.

Sempre forza Lazio!

Commenti disabilitati

Feb 28 2018

Lazio – Milan : primo tempo

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

0 a 0

la Lazio poco “cinica” ma che culo ‘sto milan!

5 tiri in porta per la Lazio e uno solo per il milan

Commenti disabilitati

Feb 25 2018

Sassuolo 0 – Lazio 3

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

Ancora una vittoria per la Lazio che sembra essersi scrollata di dosso il periodo nero e stavolta in trasferta contro un Sassuolo che dopo 10 minuti aveva già capito che non sarebbe stata la giornata giusta per far risultato. Troppo forte la Lazio che apre le marcature con un’invenzione balistica di Milinkovic – Savic , segna il raddoppio con un rigore di Immobile e chiude i conti in avvio di ripresa ancora con Milinkovic – Savic. V.A.R. che stavolta ha visto giusto a favore della Lazio ed ancora per l’espulsione di Berardi sempre più ombra di se stesso. Regalo di Marusic che si fa espellere con relativa squalifica , forse per due giornate, un regalo gratuito  perché sul tre a zero i falli te li devi tenere tutti anche se (come da cartellino giallo per il giocatore del Sassuolo) il fallo lo avevi subìto. Siamo terzi aspettando l’incontro tra l’innominabile ed il Milan di questa sera. Tutti bravi a parte Marusic ma un encomio particolare va, come spesso da qualche partita a questa parte, a Luis Felipe che sta diventando sempre più una gran bella realtà e pensare che fino a pochi mesi fa nessuno lo aveva sentito nominare. Un’altra bella scoperta (nel senso di valorizzazione) da parte del mister Inzaghi che può contare su un signor difensore.

AVANTI LAZIO – OVUNQUE e SEMPRE

Commenti disabilitati

Feb 22 2018

Lazio 5 – Steaua Bucaresti 1

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

E la Lazio passa agli ottavi della vecchia coppa UEFA. Un cinque a uno che ribalta, con tanto di asfalto e bitume, la sconfitta dell’andata per o a 1. Partita senza storia che, dopo soli 8 minuti, anche i rumeni avevano capito che sarebbe stata una disfatta.  E così è stato e la Lazio riprende quel gioco, quel numero di occasioni che l’avevano contraddistinta fino ad un mese fa, prescindendo dai titolari che il mister mandava in campo. Abbiamo rivisto Patric dopo due mesi assenza così come, finalmente aggiungo io, Luis Alberto e Felipe Anderson insieme e senza contare che inizia Cáceres ed entra Bastos che segna subito mettendo la partita in discesa. La cosa “strana” poi è che senti alcuni commenti che non stanno ne in cielo ne in terra del tipo: si vabbè ma ‘sto Steaua è proprio scarso…….. stesso commento come contro il Verona …… abbiamo vinto perché era il ….. verona ….. senno’….. Sennò che? Cioè qui ci sono squadre che se vincono due partite di seguito diventano fenomeni ed i loro giocatori hanno un’impennata nel valore del cartellino, invece se vinciamo noi abbiamo giocato contro le “pippe”; ma come funziona il ragionamento?!?!?!

Intanto godiamoci gli ottavi di coppa e cerchiamo di vincere contro il Sassuolo perché abbiamo la possibilità di riprenderci il terzo posto visto che il Milan gioca contro l’innominabile.

Commenti disabilitati

Feb 20 2018

Il NON rinnovo di De Vrji

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

Ha detto Tare che la Lazio non intende più aspettare la decisione di De Vrji , ne consegue che il difensore può firmare con qualunque altro club al di fuori della Lazio. Si parla dell’Inter che, sembra , abbia offerto più di 4 milioni di euro a stagione per 5 stagioni. Sapete che c’è? Che non me ne frega un tubbbo!

Commenti disabilitati

Feb 19 2018

Lazio 2 – Hellas Verona 0

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

Vittoria doveva essere e vittoria è stata anche se, visto il precedente contro il Genoa, qualche preoccupazione c’era. La paura che ci fossimo così ridimensionati dalla squadra che aveva fatto strabuzzare gli occhi a noi tifosi (non alla stampa e tv.. ovvio… ma per altri motivi) ci aveva preso cuore e cervello, ma non era possibile che fossimo diventati così improvvisamente brocchi ed infatti partenza e via! Lazio subito aggressiva in cerca della vittoria che ci permette di riprenderci il quarto posto e di stare subito dietro all’innominabile. Ma quanta fatica! Che si voleva la vittoria era certo, la squadra giocava e lottava, ma più passavano i minuti e più l’ansia toglieva lucidità al gioco. la fotografia della partita è tutta nel primo gol della Lazio: Luis Alberto cerca un filtrante in area che non riesce, la palla gli ritorna e cerca un secondo filtrante che neanche stavolta riesce, riprende per la terza volta il pallone e stavolta, finalmente, riesce a servire Immobile !!!!!!!

Avanti così in attesa del Sassuolo!

Commenti disabilitati

Feb 16 2018

Steaua 1 – Lazio 0

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

Possibile che siamo diventati una “squadretta”? Possibile che da rivelazione del campionato, da squadra che senza la V.A.R. saremmo stati in testa al campionato, da squadra che esprimeva il miglior calcio d’Italia, siamo diventati una squadra da retrocessione? Abbiamo perso 4 partite in un mese! Roba da non credere! Manco nel periodo di calcio scommesse si vedeva una cosa del genere! E il bello è che abbiamo perso contro una squadra di derelitti che, si e no, potrebbe giocare in serie C (così come noi del resto). Tutto lo scenario della negazione del calcio: passaggi sbagliati, “mosci” negli interventi, triangolazioni a caso, solo iniziative personali come quelle di Anderson ma senza una geometria apprezzabile. Giocatori che sembravano fare passarella (vero Lukaku e Milinkovic?). Sembravamo una squadra di serie inferiore che voleva impegnarsi senza riuscirci. Sicuro che , comunque, il turno lo passeremo perché peggio di così non riusciremo a giocare anche volendo e , soprattutto, per mandare a fankulo, ‘sti deficienti di rumeni che sembravano dovessero morire al minimo scontro e perdere tempo  come neanche in terza categoria si fa quando ti manca il fiato. E nulla da dire sulle scelte del mister: qui è proprio la testa che deve essere ricostruita! In questo macello il solo Felipe mostra miglioramenti sempre più costanti.

Che dire? Sempre e comunque LAZIO !

Commenti disabilitati

Feb 10 2018

Disfatta Lazio

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

Niente! siamo scoppiati! Non c’è nulla da fare! ci eravamo illusi! riusciremo ad andare in uefa? riuscirà il mister e tenere insieme i “cocci”? speriamo bene! adesso dobbiamo temere pure il milan che noi abbiamo resuscitato!

Commenti disabilitati

Feb 08 2018

Anderson vs Lazio

Pubblicato da archiviato in Calcio,Sport

Anderson contro la Lazio o la Lazio contro Anderson?

Non possiamo sapere cosa, esattamente, sia successo negli spogliatoi o negli ultimi tempi o tra i giocatori tra Anderson e mister Inzaghi o tra il giocatore ed i “senatori” (ricordate il rapporto “burrascoso” tra Keità ed alcuni giocatori?). So soltanto che, negli ultimi anni, nessun altro giocatore ha avuto le simpatie e l’affetto come Anderson, nessun altro giocatore è stato “aspettato” come lui. Ma forse LUI non ha capito cosa significhi ONORARE la MAGLIA! E rispettare chi ti fa guadagnare un sacco di soldi.

Commenti disabilitati

Pagina successiva »