Lug 30 2014

IL LAZIALE PAURA NON NE HA. (R. Arduini)

Pubblicato da archiviato in Sport

 

Il laziale paura non ne ha. C’era. C’è. Ci sarà. Prosegui la lettura »

18 commenti

Lug 31 2012

Con l’Aquila sul petto

Pubblicato da archiviato in Sport

c_3_media_1536608_immagine_obig

C‘erano state tante polemiche e perplessità sulla scelta di affidarsi alla Macron per la fornitura del materiale sportivo e il disegno della maglia per la nuova stagione. Prosegui la lettura »

13 commenti

Feb 10 2012

Ti amo, Campionato! – 23 (intro)

Pubblicato da archiviato in Sport

c_3_media_1421268_immagine_ts673_400

Tra le massime eterne lasciateci dal grande Vujadin Boskov (cui a suo tempo abbiamo dedicato un post), rifulge l’eterna sentenza: partita finisce quando arbitro fischia. Prosegui la lettura »

104 commenti

Dic 14 2008

Udinese-Lazio 3-3: Le pagelle di Lazialita’

Pubblicato da archiviato in Senza categoria

Diakite’ il Migòliore
Direttamente dallo stadio Friuli ecco le pagelle di Udinese – Lazio. Voti alti per Diakitè, Ledesma e Radu. Insufficienze per Dabo e Meghni. I due francesi non hanno lasciato il segno.

Carrizo: 6 Incerto in occasione del terzo gol, riesce comunque a salvare il risultato deviando la conclusione di Quagliarella a colpo sicuro. Eravamo sul 3-2 e grazie a quella parata la Lazio è rimasta in partita.

Belleri: 5 Dalla sua ha l’attenuante di essere rimasto fuori squadra a lungo. Sbanda, con tutto il reparto arretrato, in occasione del primo gol.

Cribari: 6 Anche lui commette un errore in occasione del gol di Di Natale, ma ha il merito di mantenere la concentrazione fino alla fine.

Diakitè: 7 Segna il suo primo gol in serie A al termine di una prova positiva. Sbanda un pò all’inizio quando è costretto spesso a chiudere sulla destra, ma alla distanza esce con grande autorità.

Radu: 6.5 Oggi mi è piaciuto, soprattutto in fase di spinta. Nella ripresa si fa spesso notare in attacco come ala.

Lichtsteiner: 6 Meglio da terzino che da centrocampista. La solita gara di grande dinamismo. Nel finale commette l’errore (salvato da Carrizo) che porta al tiro Quagliarella.

Dabo: 4 Prova da dimenticare. Sempre in ritardo, commette l’errore decisivo che porta al secondo gol dell’Udinese. Commette, per frustrazione, troppi falli perdendo la testa.

Ledesma 6.5 SSBaglia tantissimi palloni e sembra quasi irritante. Nel finale, con la Lazio in forcing, cresce e regala un pareggio preziosissimo con una perla dai venticinque metri.

Del Nero: 6 Non giocava da un anno, eppure mantiene la lucidità fino alla fine della sua gara. Si fa apprezzare per un buon palleggio. Può essere un buon acquisto.

Rocchi: 5 Non è in forma e si vede. La preparazione saltata continua a farsi sentire. Dei tre atttaccanti è il meno lucido. Nel finale del primo tempo sulla testa la palla per permettere alla Lazio di rientrare in partita, ma la fallisce.

Zarate: 6 Meno ispirato di altre occasioni, ha il merito di riaprire i giochi e di farsi notare costantemente in attacco.

Pandev: 6 Non sta bene, ma nonostante tutto riesce ad entrare nelle azioni decisivie: da una sua giocata nasce il gol di Zarate e costruisce l’azione che porta al pareggio di Ledesma.

Meghni: 4 Ormai lo conosciamo a memoria: è un ottimo palleggiatore, ma ha limiti fisici imbarazzanti. Per lui ho coniato un nuovo motto: "Meghni sta sempre lì"…ovvero: fa finte, numeri e tocchi di classe, ma non si muove e non si libera mai: nè un tiro, nè un assist decisivo. Decisamente prevedibile.

Foggia: sv

Rossi: 6 E’ la media tra il 5 del primo tempo e il 7 della ripresa. Ha rischiato di essere la sua ultima partita alla guida della Lazio…chissà che non sia il rilancio della sua squadra.

Guido De Angelis

Commenti disabilitati

Nov 06 2008

E’ in edicola Lazialita’

Pubblicato da archiviato in Senza categoria

Da sempre la fianco della Lazio
E’ in edicola Lazialita’Da oggi troverete in tutte le edicole di Roma (e dal 7 in tutte le edicole della regione) il nuovo numero di Lazialità. Un numero speciale, con un doppio poster: Juan Pablo Carrizo e Stephan Lichtsteiner E con tanti servizi da non perdere

Da oggi sarà in tutte le edicole di Roma il nuovo numero di Lazialità.

All’interno:

- Un’intervista in esclusiva con Tommaso Rocchi che rivela: "Voglio restare a vita con la Lazio".

- Un’esclusiva con Angelo Adamo Gregucci. L’ex difensore biancoceleste, ed attuale tecnico del Vicenza, analizza la Lazio di Rossi.

- Un dossier nel mondo dei procuratori sportivi che confermano: "La Lazio è stata la regina del mercato".

- Le rubriche curate dal Direttore del Tg 2 Mauro Mazza, dal Direttore del Tg5 Clemente Mimun e dal grande Enrico Montesano.

- A partire da questo numero, parte una nuova rubrica: I gol nella Storia. Ogni mese ricorderemo i gol più importanti della nostra storia, attraverso ricordi inediti. Si parte con la rete di Giuliano Fiorini contro il Vicenza.

Inoltre… le Rubriche Mondo Lazio, Accadde A, Pagine Biancocelesti, Gente Laziale e Il Mondo della Polisportiva.

In più… un doppio poster, dedicato a Juan Pablo Carrizo e a Stephan Lichtsteiner.

Da oggi troverete in tutte le edicole di Roma (e dal 7 novembre in tutte le edicole della regione) il nuovo numero di Lazialità.

Un commento presente

Ott 27 2008

Lazio-Napoli 0-1: Le Pagelle di Lazialita

Pubblicato da archiviato in Senza categoria

Le valutazioni al termine della sfida tra Lazio e Napoli. Tra i biancocelesti il migliuore è Brocchi. Buona la prova di Lichtsteiner , Pandev e Carrizo

Carrizo: 6 Bravo nell’unica occasione in cui viene chiamato in causa, con un uscita bassa su Denis. Non può nulla sull’autorete decisiva di Siviglia.

Lichtsteiner: 6 Continua a correre sulla fascia destra e a macinare chilometri. Nell’uno contro uno con Mannini riesce spesso a prevalere, ma in fase offensiva si vede poco.

Siviglia: 5.5 Sfortunato e un po goffo nell’azione dell’autogol. Quando vene puntato da Lavezzi va spesso in affanno.

Rozehnal: 6 Vince il duello con Denis. Sbaglia nel finale cercando spesso l’anticipo e cascando nel tranello dei centrocampisti partenopei, che cercavano il fallo.

Radu: 5 Dove è finito il difensore spavaldo e attento dello scorso anno? Partita opaca e ricca di errori.

Brocchi: 6.5 Partita di grande intensità. E’ uno degli ultimi a mollare. Ci mette tanta cattiveria e esperenza.

Ledesma: 5 Sbaglia molto e cerca il tiro da posizione impossibile. La ricossa doveva partire dai suoi piedi, ma sbglia troppo.

Manfredini: 6 Mossa a sorpresa di Rossi per arginare le offensive del centrocampo partenopeo. Gioca una gara onesta, con qualche spunto personale.

Mauri: 6 Torna a giocare dietro le punte, nel ruolo che due stagioni fa lo aveva portato in nazionale. Ci prova in tutti i modi, ma fallisce un gol clamoroso nel primo tempo.

Zarate: 5 Troppo lezioso. Cerca spesso, anzi troppo, il dribling. Nel primo tempo fallisce un occasione favorevole (dopo quattro minuti) e nella ripresa si interstardisce in una serie di giocate inutili. Su di lui c’era un rigore.

Pandev: 6 Non stava bene e si vede. Gioca con grande cuore e prova a mettere in difficoltà la retrogurdia partenopea. E’ l’ultimo ad arrendersi e colpisce una traversa nel finale.

Inzaghi: 5.5 Contro il Lecce era stato l’uomo della provvidenza. Oggi non gli riesce il miracolo: manda alle stelle il tiro del pareggio.

Foggia: 6 Ci mette tanto cuore, ma non gli riesce la giocata decisiva.

Commenti disabilitati

Ott 20 2008

Pistorius stasera a Lazialita’ in TV

Pubblicato da archiviato in Senza categoria

Ore 21 canale 877 di Sky
Appuntamento da non perdere con Lazialità in Tv. Questa sera, a partire dalle ore 21.00 su Teleroma 56 (canale 877 di Sky) ci sarà una puntata speciale di Lazialità in Tv. All’interno del programma ci saranno approfondimenti sul momento Lazio e due interviste in esclusiva: con Tommaso Rocchi ed Oscar Pistorius che ai nostri microfoni ha speigato il perchè del suo amore verso i colori biancocelesti.

Questa sera a Lazialità in tv si ripercorrerà la sconfitta di ieri a Bologna, cercando di analizzare (grazie alla presenza di importanti ospiti in studio) il momento biancoceleste.

In più due esclusive da non perdere: una lunga intervista con Tommaso Rocchi e un’esclusiva con Oscar Pistorius, che ai microfoni di Lazialità in tv ha spiegato le origini del suo amore per i colori biancocelesti.

Due interviste da non perdere, con due campioni dello sport e due amanti della Lazio.

Lazialità in tv vi aspetta questa sera su Teleroma 56 (canale 877 di Sky) a partire dalle ore 21.00

Commenti disabilitati

Set 29 2008

Torino-Lazio 1-3: Le Pagelle di Lazialita

Pubblicato da archiviato in Senza categoria


Voti altissimi per la coppia d’attacco e per Pasquale Foggia. Buona la prestazione di Rozehnal e del pacchetto di metà campo.

Carrizo: 6.5 Poco impegnato tra i pali, ha dato spettacolo con una tripla "gambeta" su Abbruscato.

Lichtsteiner: 6.5 Non stava bene, ma ha stretto i denti fino alla fine. Si è visto poco in avanti, ma in fase difensiva se l’è cavata.

Siviglia: 6 Ha sofferto sulle palle alte la prestanza fisica di Bianchi e Abbruscato, ma ci ha messo esperienza e grinta.

Cribari: 6 Mamma mia quanto è sfortunato. Si infortuna al volto come lo scorso anno. Fino a che era in campo non stava sfigurando.

Radu: 6 Male il primo tempo, esce alla distanza. Un pò disattento negli appoggi.

Brocchi: 6.5 La solita gara di grande esperienza. Si procura il rigore e regala grande copertura alla difesa.

Ledesma: 6.5 Poco preciso all’inizio della gara, esce fuori alla distanza.

Mauri: 6.5 Si cala con grande concentrazione nel nuovo ruolo. E’ sfortunato sul palo.

Foggia: 7 Fuori posizione nel primo tempo, gioca una grande ripresa, A suon di dribling disorienta gli avversari e ragala palle gol ai compagni.

Pandev: 7.5 E’ sempre di più la stella della Lazio. Segna il quarto gol in cinque giornate e dimostra di essere sempre più decisivo.

Zarate: 8 Ho finito gli aggettivi. Nel primo tempo con una fiammata permette a Pandev di realizzare il gol del vantaggio. Nella ripresa si inventa un grandissimo gol e trasforma con freddezza il rigore. Straordinario.

Rozehnal: 7 La più bella gara da quando è alla Lazio. Ci mette esperienza e personalità.

Manfredini: 6.5 Entra nel finale e regala geometrie ed esperienza

Meghni: 6.5 Sfiora il gol su punizione. Nel finale gioca con personalità e freddezza palloni che potevano scottare.

Commenti disabilitati

Set 25 2008

Lazio-Fiorentina 3-0: Le Pagelle di Lazialita

Pubblicato da archiviato in Senza categoria

Zarate spreca ma diverte
Voti altissimi per tutti i protagonisti. Una prestazione straordinaria dei biancocelesti per una delle partite più belle vista all’Olimpico

Carrizo: Ng. Il più bel voto che si potesse immaginare. Mai impegnato, tranne una gambeta nel primo tempo su Gilardino.

Lichtsteiner: 9 E’ uno dei difensori esterni più forti del mondo. Ha giocato una gara straordinaria, macinando una serie incredibile di chilometri.

Siviglia: 8 Grandissima partita. Annulla Gilardino e si toglie la soddisfazione di realizzare il suo primo gol in campionato

Cribari: 8 Esordio con i fiocchi. Non soffre Mutu e sale spesso palla al piede. Giocatore ritrovato

Radu: 7.5 Ritorna in campo e lo fa con un autorità straordinaria. Padrone della fascia sinistra annichilisce l’ex Zauri

Ledesma: 7.5 Partita di grande equilibrio. Regala solidità al reparto arretrato e colleziona un numero incredibile di palloni.

Brocchi: 7.5 Quantità e qualità allo stesso tempo. Nel primo tempo regala due palle gol a Lichtsteiner e Zarate.

Mauri: 8.5 Gioca una gara di grande equilibrio tattico e non sbaglia un colpo. Segna il primo gol in campionato e mette Zarate due volte in condizione di battere a rete.

Foggia: 9 Da quanto tempo non vedevamo un esterno così forte e preciso: mette sulla testa di Siviglia un cross che deve solo essere depositato in rete. Ritrovato

Zarate: 7 Meriterebbe dieci per l’impegno e per le giocate che regala e un insufficenza per le tante occasioni fallite. Cerca il gol fino alla fine

Pandev: 8.5 Grande prova: nel primo tempo inventa una giocata straordinaria che Zarate non sfrutta. Nella ripresa regala un altro assist a Zarate e poi si toglie il lusso di segnare il suo terzo gol in campionato. Devastante

Manfredini: 6.5 Mezz’ora di grande concentrazione.

Commenti disabilitati

Ago 16 2008

Paolo Di Canio…Simbolo di Lazialita’

Pubblicato da archiviato in Senza categoria

Siamo in piena estate, la squadra e’ in ferie fino a domani e non ci sono grosse notizie nel pianeta Lazio, quindi rivivamo un po’ di momenti indimenticabili di Lazialita’.Questo video e’ una chicca, Paolo Di Canio subito dopo il derby vinto ospite a bordo campo.Un Simbolo

Video importato

YouTube Video

 

 

Un commento presente

Ago 09 2008

Liverpool-Lazio 1-0: Le pagelle di Lazialita

Pubblicato da archiviato in Senza categoria


Difesa perfetta

Siviglia, Pandev, Rozehnal e Lichtsteiner sono le note più positive della serata. La Lazio di Rossi convince e il modulo con due mezze punte alle spalle di un attaccante regala importanti certezze. Buona gara di Foggia.
Carrizo 6.5 Si fa trovare pronto nella ripresa sul tiro di Kuyt e su una girata di Agger. Incolpevole sul gol.

Lichtsteiner 7 Una delle note più liete della serata. Soffre all’inizio l’intraprendenza di Benayoun, ma esce alla distanza dimostrando forza fisica e corsa. Partita di sostanza.

Siviglia 7.5 Il migliore tra i biancocelesti. Nel primo tempo chiude su Torres e Keane e nella ripresa gestisce con grande sicurezza gli attacchi inglesi.

Rozehnal 7 L’aria di Inghilterra gli fa bene. Si piazza al centro della difesa e domina l’area con grande personalità.

Radu 6 Alterna giocate di livello a qualche svarione. In sostanza gioca una gara sufficiente.

Dabo 6 Muscoli e polmoni al servizio della squadra. Forma con Ledesma la diga centrale e si fa notare anche per qualche appoggio in profondità.

Ledesma 6.5 Nel primo tempo gioca una gara di grande sostanza a protezione della difesa. Nella ripresa si spinge in avanti e cerca con convinzione il passaggio filtrante.

Matuzalem 5.5 Nel primo tempo ha per due volte l’occasione di sbloccare il risultato, ma si lascia anticipare dagli avversari. Da rivedere.

Mauri 6 Un tempo incoraggiante. Prova due volte la conclusione e spinge con costanza, alternandosi a Matuzalem nella parte difensiva. In crescita.

Pandev 7 Nel reparto d’attacco è il più in forma…e si vede. Prova il tiro dopo sei minuti, prova a duettare con Makinwa e mette due volte Matuzalem davanti al portiere. In gran forma.

Makinwa 6.5 Schierato a sorpresa da Rossi, ci mette qualche minuto per entrare in partita. Cresce nella ripresa, quando permette ai compagni di salire. Sfiora il gol due volte: di testa (di poco alto su assist di Pandev) e con un gran detsro deviato da Reina.

Zarate 6 Rossi lo vuole trasformare in attaccante esterno. L’argentino prova a convincerlo con un paio di spunti interessanti e si sacrifica anche in copertura. Ma deve proporsi più in zona gol.

Foggia 6.5 Entra subito nel vivo della gara. Un suo tiro di sinistro esalta le doti di Reina e si fa apprezzare anche per un paio di ripiegamenti difensivi. Da sfruttare.

Meghni 6 Rossi sta provando a trasformarlo in centrocampista. Il francese piazzato sulla linea mediana può essere un esperimento molto suggestivo. Si piazza sul centro sinistra e regala fantasia alla squadra.

Mendicino 6.5 Giocare a diciotto anni all’Anfield Road e segnare un goal è il sogno di tutti. Il suo è stato spezzato dopo pochi secondi dall’arbitro. Ma il ragazzo dimostra personalità e voglia di mettersi in evidenza. Da seguire.

Diakite 6.5 La Lazio farebbe bene a tenerlo in rosa. Entra, si piazza sulla destra (non è il suo ruolo) e dimostra tutta la sua potenza. Sfiora il gol con un inserimento di testa.

Manfredini 6 Entra nel finale e regala sostanza al centrocampo.

Commenti disabilitati

Lug 31 2008

Triangolare: Le pagelle di Lazialita

Pubblicato da archiviato in Senza categoria


Termina il ritiro auronzano con gli ultimi novanta minuti, suddivisi nelle due gare con Gaziantepspor e Al Hilal. Ripristinata la difesa a quattro, tutto il collettivo biancoceleste si è mosso con più disinvoltura.- Gaziantepspor
CARRIZO 6 Indisturbato per tutti i 45 minuti, incassa il gol, a causa di una deviazione ravvicinata che chiama in causa più i marcatori che lui.
LICHTSTEINER 6,5 Viaggia sulla corsia destra come se fosse sul tapis roulant. Grande corsa e buona scelta nei tempi d’inserimento. Da migliorare l’intesa con i colleghi di reparto.
TUIA 6 Chiamato alla sostituzione di Siviglia, soffre un pò in avvio l’intraprendenza dei turchi, ma nel secondo tempo trova le giuste contromisure.
ROZENHAL 6 Poco abituato a giocare in coppia con Tuia si fa valere nel gioco aereo, pur commettendo ancora qualche sbavatura.
RADU 5,5 Appesantito dai duri carichi di lavoro, si fa trovare impreparato in alcune chiusure difensive. Lascia anzitempo il campo, per non forzare eccessivamente.
BELLERI 6,5 Pur giostrando sulla corsia sinistra, dove per un destro naturale le difficoltà aumentano, mostra grande intraprendenza, sfiorando anche il gol del pareggio con un bel diagonale.
MEGHNI 6,5 Molto propositivo e combattivo, cerca insistentemente la giocata risolutrice in avanti, ma si fa notare anche per alcuni ripiegamenti difensivi.
LEDESMA 6 Sempre attento a non scoprire il reparto centrale, prova più volte la conclusione da fuori area.
MATUZALEM 6 Parte forte con un gran destro al volo e alcuni dribbling molto fantasiosi, poi le gambe si fanno pesanti, non sorreggendolo più a dovere.
PANDEV 6 Resta isolato sull’out di destro, senza il giusto ausilio da parte del resto della squadra.
MAKINWA 5,5 Lotta molto su ogni pallone, ma da boa centrale soffre la marcatura turca nel ricevere palla spalle alla porta avversaria.
MAURI 6 Meno brillante rispetto al test con il Padova, cerca di accentrarsi, finendo nel tritacarne turco

Lazio – Al Hilal
MUSLERA6 Preciso ed attento, blocca alcuni palloni che la pioggia battente rendeva molto insidiosi.
LICHTSTEINER 6,5 Si conferma fra i più in forma, continuando a macinare tanti chilometri sulla destra.
DIAKITE 6,5 Continui progressi nei movimenti tattici, stupisce per forza e determinazione.
TUIA 6,5 Più a suo agio con l’ex compagno di Primavera si esibisce in alcuni anticipi molto eleganti.
BELLERI 6 Con già 45 minuti sulle gambe spinge meno, limitandosi a coprire le folate offensive di Zarate.
DABO 6 Si muove con maggior disinvoltura, ma si capisce che non è ancora al top della forma.
CINELLI 6 Buon contributo in termini di grinta e dinamismo. In chiusura di gara, il portiere avversario gli nega la gioia del gol.
LEDESMA 6,5 Avvalendosi dell’aiuto di Dabo, si concede più sganciamenti, fra cui quello che lo porta al gran sinistro al volo che termina la sua corsa in gol.
MANFREDINI 6 Controbilancia le accelerazioni di Zarate, coprendo a dovere il centrosinistra con esperienza e disinvoltura.
PANDEV 6,5 Molto più attivo rispetto ai 45 minuti con il Gaziantepspor, dimostra di gradire molto l’assistenza di Zarate con cui ha un feeling naturale.
MENDICINO 6,5 Centravanti lottatore, non si risparmia su nessun pallone, liberando spazi interessanti per i suoi colleghi di reparto.
ZARATE 7 A tratti devastante, libera al tiro Ledesma, Pandev e Mauri con cucchiai e cross vellutati. Sulla fascia è molto più a suo agio che nel ruolo di boa centrale.

Dall^inviato Giampaolo Iacobellis

Commenti disabilitati

Giu 05 2008

Sabatini conferma addio in esclusiva su’ Lazialita’

Pubblicato da archiviato in Senza categoria

Sabatini conferma: "Addio Lazio, non torno indietro"
Walter Sabatini conferma il suo addio alla Lazio in un’intervista esclusiva che verrà pubblicata nel numero di giugno di Lazialità, in edicola venerdì. «Lasciare la Lazio sarà dolorosissimo- conferma il ds biancoceleste- un sacrificio notevole. Non credo che troverò mai una societa come la Lazio o una piazza migliore. Dovrò accontentarmi di andare al ribasso. Mi dispiace enormemente, ma questa volta non tornerò indietro». All’interno dell’intervista Sabatini ripercorre le tappe dell’ultima stagione e guarda al prossimo futuro: «Le mie responsabilità principali? Fra tutte quella di non aver valutato bene la questione portiere: un problema che si è configurato in maniera pesante. Poi, la scelta di Muslera che, ne sono certo, sarà un portiere che fra pochissimo farà parlare di se in Europa. Al di là di tutto è stata una scelta che si è dimostrata, se non infelice, per lo meno precoce e sbagliata nei tempi. Chi erano gli altri pretendenti? Boruc, Stekelenburg, estremo difensore dell’Ajax, Abbiati. Tutti portieri acquisibili, ma nelle trattative non ho messo l’attenzione e la determinazione che sarebbero servite per chiudere le trattative. E inoltre poteva essere valutata meglio la questione Sereni». Sabatini spiega i mancati arrivi della scorsa estate. «Quello che ci chiedevamo era: lo troviamo un mediano meglio di Mutarelli? Una punta più forte di Rocchi? Uno stopper più forte di Cribari? Un regista migliore di Ledesma? C’erano tanti dubbi; pensavamo che se si fossero portati giocatori di pari livello si sarebbe creata una certa insostenibilità nello spogliatoio. Questo è stato un errore specifico mio, del quale mi assumo la responsabilità e che ha pesato in maniera forte». Sabatini parla del suo rapporto con Lotito. «Io con lui ho avuto un rapporto di amicizia molto solido. Con me si è sempre comportato in maniera leale. Nonostante questo è ovvio che motivi di attrito ce ne sono stati molti, ma credo sia anche normale. Cosa gli consigliavo più spesso? Gli ho sempre detto che lui è grandioso nelle cose difficili e scarso in quelle facili. È riuscito a fare benissimo cose che sembravano impossibili e a sbagliare tutte le cose più semplici….Deve cominciare a parlare con la gente e soprattutto ascoltare la gente. Parlare ai tifosi come un comiziante non funziona». Sabatini poi si sbilancia sul mercato attuale. Pandev? Con Goran credo ci sia già una piattaforma d’accordo per il rinnovo. Un accordo non sottoscritto ma accettato. Sul modello di quanto fatto con Rocchi. Radu certamente verrà riscattato. È dell’86′, ha dimostrato di avere qualità importanti. Rozehnal pur essendo un ottimo giocatore avrebbe più chances di giocare in altri contesti. Credo sia difficile che resti a Roma. Ballotta andrà a giocare altrove. Alle spalle di Carrizo ci saranno Muslera e Degrè".(Dire)

Un commento presente

Apr 15 2007

E’ in edicola Lazialita’

Pubblicato da archiviato in Senza categoria


LAZIALITA’ NUMERO 300
L?urlo di Tommaso Rocchi, un ?urlo Champions? come recita il titolo, campeggia sulla copertina di aprile di Lazialità, storica rivista del mondo biancoceleste, diretta da Guido De Angelis.
Non è un?uscita qualsiasi, perché Lazialità raggiunge il numero 300 nel suo percorso al fianco delle sorti della Lazio. All?interno di Lazialità di aprile, si possono trovare le interviste a Emilson Cribari e Massimo Mutarelli, una chiacchierata con la moglie di Tommaso Rocchi, Martina; un ricordo del presidente Lenzini scritto dalla penna di Giancarlo Governi, la rubrica Casa Lazio con foto e curiosità, le capriole di Makinwa e tanto altro.

Riferimenti: Solo la Lazio

Commenti disabilitati

Mar 25 2007

Comprare Lazialita’ e’ un Dovere

Pubblicato da archiviato in Senza categoria


Guido De Angelis annuncia in diretta,nella sua Radio,che Lazialità rischia di chiudere.La rivista che da’ sempre racconta le mille storia della Lazio non puo’ e non deve chiudere.Io personalmente correro’ al piu’ presto ad acquistarla e chiedo a tutti i tifosi della Lazio di aiutare in maniera concreta il nostro caro Guidone.
AUGURI GUIDO
AUGURI LAZIALITA’

Commenti disabilitati